Il protocollo di Ethereum 2.0, noto anche come “merge”, dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno e portare numerosi vantaggi alla criptovaluta. Tuttavia, Vitalik Buterin, co-fondatore di Ethereum, ha espresso preoccupazione per i rischi di centralizzazione che potrebbero derivarne.

Buterin ha sottolineato come Lido Finance, il più grande fornitore di servizi per Ethereum, detenga circa un terzo degli ETH depositati sulla rete e possa quindi potenzialmente influenzarne il funzionamento. Tuttavia, ha sottolineato che Lido non è un’unica entità, ma è composta da 21 delegati e nodi, il che rende difficile che agiscano in modo coordinato.

In ogni caso, Buterin ha raccomandato cautela nei confronti del merge, invitando gli investitori a non “catastrofizzare eccessivamente” i potenziali rischi.

Ethereum perde il 45% in quattro settimane.

Recentemente, Ethereum è stato in grado di recuperare terreno e salire di qualche punto percentuale ma ora che ha perso circa il 7% nelle ultime 24 ore, scendendo da 1.185 dollari agli attuali 1.080 dollari, la situazione sembra cambiare nuovamente.

Premesso che tutto questo merita d’esser valutato in un quadro più ampio, è bene sottolineare come ETH sia attualmente in linea con il mercato delle crypto che ha visto la capitalizzazione totale ritirarsi recentemente di circa il 5%.

La seconda criptovaluta più preziosa per capitalizzazione continua dunque la sua tendenza al ribasso, con investitori che lamentano un – gigantesco – meno 45% solo nelle ultime quattro settimane.

Situazione, decisamente destabilizzata insomma nel quale il panico pare scatenarsi al punto che gli investitori istituzionali dimostrano di non voler attendere il prossimo ciclo rialzista chiudendo già nel qui e ora numerosissime posizioni.

Come riportato dai ricercatori blockchain di CoinShares nel loro attuale rapporto settimanale: “Ethereum continua a soffrire di $ 70 milioni di perditela scorsa settimana dopo 11 settimane consecutive di deflussi, portando i deflussi a $ 459 milioni quest’anno”.

Vitalik Buterin conferma le preoccupazioni legate alla centralizzazione di Ethereum “post-merge” esortando a non “catastrofizzare eccessivamente”.

Il cofondatore di ETH Vitalik Buterin si è detto “decisamente” preoccupato per i rischi di centralizzazione a seguito della fusione, l’evento in cui l’attuale Ethereum Mainnet si fonde con il sistema Proof-of-Stake (PoS) dell’azienda. La mente di Ethereum ha osservato che Lido Finance, il più grande fornitore di servizi per Ethereum, dove è stato depositato circa un terzo di ETH (stETH), potrebbe teoricamente disturbare la rete durante il post-merge.

“Ma penso anche che sia importante non catastrofizzare eccessivamente il problema”, ha aggiunto.

“Prima di tutto, se hai un terzo [dei depositi di Ether puntati sulla catena Beacon], non puoi invertire la chain”, ha detto in un’intervista a Fortune, aggiungendo:

“Realisticamente, il peggio che potrebbe accadere è che la fusione possa trovarsi in pausa per circa un giorno o giù di lì, il che è scomodo, ma non così terribile”.

Buterin poi ribadito ha anche detto che Lido non agisce come una singola entità ma che “hanno qualcosa come 21 delegati e nodi che eseguono questi validatori”, sostenendo che “c’è un sacco di buon decentramento tra di loro”.

Parliamo non a caso del più grande fornitore di servizi di staking per Ethereum.

Per puntare su Ethereum attualmente, gli utenti devono infatti accettare di bloccare un minimo di 32 ETH fino a dopo che la rete non si aggiorna a un nuovo standard, noto come Ethereum 2.0.

Lido Finance consente invece di scommettere qualsiasi quantità di etere e ricevere un token derivato chiamato stETH, che può quindi essere scambiato o prestato su altre piattaforme. È una parte importante della finanza decentralizzata, che mira a replicare servizi finanziari come prestiti e assicurazioni utilizzando la tecnologia blockchain.

StETH non è una stablecoin come tether o terraUSD, la stablecoin “algoritmica” che è crollata il mese scorso sotto la pressione di una corsa agli sportelli. È più simile a un IOU – l’idea è che i possessori di stETH possono riscattare i loro token per una quantità equivalente di ETH una volta completato l’aggiornamento.

Il protocollo distribuisce token stETH agli utenti in cambio delle loro monete, che possono poi essere riscattate in futuro o scambiate con ETH o altre monete.

Per quanto riguarda il Merge, è importante ricordare che si tratta del tanto atteso aggiornamento di Ethereum, che dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno.

Ha diversi vantaggi, ha detto Buterin, osservando che rende Ethereum più rispettoso dell’ambiente rispetto all’attuale meccanismo proof-of-work (PoW) riuscendo a ridurre l’energia utilizzata dalla rete Ethereum di almeno il 99,95%.

“Inoltre, può aumentare la sicurezza del sistema. Rendendo più costoso attaccarlo e più semplice riprendersi da un attacco”.

Un altro vantaggio è che PoS è più resistente alla censura. Questo perché, dice Buterin, “i minatori sono più facili da rilevare e più facili da spegnere rispetto ai soli computer che eseguono nodi di convalida”.

Quanto ha senso investire in Ethereum in questo momento?

C’è molto da considerare prima di investire in criptovalute, come ad esempio il proprio fondo di emergenza o eventuali debiti contratti a tasso d’interesse elevato. Se questi fattori sono già stati considerati, gli esperti raccomandano generalmente di investire in criptovalute solo fino a un massimo del 5% del proprio portafoglio lasciando in questo solo ciò che si è disposti a perdere. Secondo una recente analisi dell’Investability Score di NextAdvisor, ethereum e bitcoin nonostante le difficoltà di questo periodo sono ancora tra le migliori criptovalute in cui investire. Gli esperti che hanno parlato negli ultimi mesi hanno detto che è una buona idea iniziare con Bitcoin e Ethereum proprio perché sono le due criptovalute più conosciute al momento sul mercato.

Il mondo delle Criptovalute è molto complesso, qui su Ethereum-news.it ci impegnamo per offrirti contenuti comprensibili e aggiornati così da aiutarti a capire ciò che accade nell'ecosistema ETH in maniera semplice ed efficace.

DELLA STESSA GATEGORIA

© 2022 Progetto Castero | Tutti i diritti riservati

Il 67% degli investitori perde i propri soldi, considera se puoi permetterti questo rischio