L’attuale hype sui prodotti finanziari nel metaverso porterà a miliardi di euro d’investimenti sui progetti più disparati. Ma sino a che punto possiamo dire di essere pronti a tutto questo?

Il metaverso è l’attuale tendenza principale di Internet, ma è solo un nuovo hype o c’è davvero un alto potenziale di guadagno dietro di esso?

Da tempo ormai le realtà digitali offrono grandi opportunità. Realtà aumentata, realtà virtuale, realtà mista e realtà estesa sono tutti pensati per aiutare a connettere esperienze fisiche e digitali. Il metaverso dovrebbe essere il futuro di Internet e nel Web 3.0, Internet deve essere integrato da una realtà virtuale: alcuni pensano addirittura che sostituirà quella reale.

Gli idealisti si aspettano che il Metaverso diventi uno spazio comunitario tentacolare e digitalizzato in cui gli utenti possano connettersi liberamente con i marchi e tra loro in un modo che consenta loro di esprimersi e ispirare gioia.

Anche le istituzioni finanziarie stanno già pianificando il loro ingresso nel metaverso, almeno a livello internazionale. Ad esempio, alcuni istituti sudcoreani hanno già lanciato le proprie piattaforme. E JPMorgan ha recentemente annunciato l’intenzione di aprire una “Metaverse Lounge”, pubblicando anche un documento di discussione sulle opportunità. Di conseguenza, “le possibilità dei mondi interattivi e digitali sembrano illimitate” e molte istituzioni stanno considerando come le capacità di vendita e assistenza accumulate per decenni nel mondo fisico possano essere trasferite nel nuovo mondo virtuale.

L’obiettivo è quello di posizionarsi come grandi vincitori quando i clienti si presentano lì. Inoltre, gli investitori temono di diventare irrilevanti di fronte alle nuove innovazioni provenienti dai no-name digitali e dalle BigTech.

Dieci anni fa, molte banche pensavano che Facebook fosse il luogo perfetto per aprire affari. Credevano che le persone potessero fare banca su Facebook e utilizzare i loro servizi senza mai dover lasciare il loro spazio virtuale. Questo non è mai successo, tuttavia, e più di 10 anni dopo, l’idea di aprire filiali bancarie su Facebook è poco più che il fantasma di un sogno.

Per certo l’attuale hype sui prodotti finanziari nel metaverso porterà a miliardi di euro investiti in un sacco di sciocchezze: trame virtuali, avatar digitali etc…

Il metaverso è un mondo digitale tridimensionale. Riflette la nostra realtà, ma consente anche azioni e interazioni che sarebbero impossibili nel mondo reale.

Il connubbio perfetto di finanza, metaverso e blockchain

La parola “metaverso” combina la parola greca “meta”, che significa “oltre” o “attraverso”, e la parola “universo”. Si potrebbe tradurre come “l’universo al di là”: più grande di qualsiasi cosa abbiamo immaginato in precedenza e su una scala che è quasi impossibile da definire. Nel regno letterario, il termine “metaverso” è stato usato per la prima volta nel romanzo di fantascienza di Neal Stephenson del 1992 Snow Crash, in cui gli esseri umani agiscono come avatar in una realtà virtuale globale.

Ora, grazie alla tecnologia blockchain e al Web 3.0, la visione di una rete percorribile a piedi può effettivamente essere raggiunta ed una volta entrati nel metaverso, la blockchain diventa un elemento chiave.

Il Web 3.0 è la prossima generazione di Internet: decentralizzato, digitale, interattivo e definito dal modo in cui viene utilizzato.

Nonostante tutte le tecnologie a nostra disposizione al giorno d’oggi però, il metaverso rimane nella sua infanzia. Le persone hanno idee diverse su come dovrebbe essere e nonostante un consenso generale su questo spazio digitale e ci sono differenze nelle opinioni.

Non sorprende quindi che il termine “metaverso” suoni ancora astratto.

Ed è esattamente in questo terreno che si sta scrivendo il futuro della banca che verrà.

Il ruolo (e le difficoltà) della blockchain Ethereum all’interno del metaverso

Le criptovalute e il metaverso rappresentano una combinazione perfetta per gli investitori. Entrambi potrebbero offrire enormi prospettive di crescita nel prossimo decennio e oltre. Non sorprende dunque che questi ultimi stiano già scommettendo sull’intensificarsi della corsa ai cavalli tra le criptovalute del metaverso.

Tuttavia però potrebbe esserci un cavallo nero nella competizione: ethereum.

Forse il fattore più importante alla base di così tante criptovalute dentro il metaverso è che utilizzano proprio la blockchain Ethereum. Ad oggi più di 40 delle prime 100 criptovalute in base alla capitalizzazione di mercato sono infatti costruite sulla blockchain Ethereum.

Gli sviluppatori di queste cripto comprendono i vantaggi della funzionalità smart contract supportata da Ethereum.

Senza dubbio apprezzano il fatto che la rete Ethereum sia in circolazione da diversi anni, tuttavia però si rendono anche conto degli svantaggi di costruire su Ethereum, in particolare per le elevate commissioni di transazione alle quali si intende non a caso porre rimedio con il passaggio ad Ethereum 2.0.

Il team di sviluppo della seconda criptovaluta più grande dopo il Bitcoin ha infatti in programma di passare dal processo proof-of-work, avido di energia e dannoso per il clima, al proof of stake. Ciò non solo renderà le transazioni più economiche, ma ridurrà drasticamente anche il consumo di energia.

Se la rete riuscirà a raggiungere la Proof of Stake, potrebbe essere un grande salto.

Oltre ad essere una svolta per Ethereum, questo traccerà anche la distanza necessaria da una concorrenza sad oggi sempre più agguerrita.

In conclusione

Non è chiaro quanto possa essere reale un vero metaverso che rispecchi perfettamente la vita reale o quanto tempo ci vorrebbe per crearlo. Molte piattaforme di metaverso basate su blockchain stanno ancora lavorando sulla tecnologia AR e VR per consentire agli utenti di interagire con l’ambiente.

PwC, una società di consulenza e contabilità mondiale, stima che la realtà virtuale e la realtà aumentata aumenteranno l’economia globale di 1,5 trilioni di dollari entro il 2030, rispetto ai 46,5 miliardi di dollari del 2019.

Facebook Inc, Google, di proprietà di Alphabet Inc, e Microsoft Corp hanno investito in aziende di cloud computing e realtà virtuale per anticipare l’espansione del settore.

Ci saranno enormi guadagni per le aziende che riusciranno a monopolizzare alcune regioni, come le piattaforme di supporto o i servizi come i pagamenti, gli abbonamenti o la pubblicità, proprio come è successo per le grandi aziende che si sono aggiudicate il mercato.

indubbiamente dunque è troppo presto per poter tirare le somme e affermare che Ethereum possa riuscire nel diventare la criptovaluta più rilevante del metaverso, ma da quello che abbiamo visto finora, sembra però che le possibilità non manchino di certo.

Il mondo delle Criptovalute è molto complesso, qui su Ethereum-news.it ci impegnamo per offrirti contenuti comprensibili e aggiornati così da aiutarti a capire ciò che accade nell'ecosistema ETH in maniera semplice ed efficace.

DELLA STESSA GATEGORIA

© 2022 Progetto Castero | Tutti i diritti riservati

Il 67% degli investitori perde i propri soldi, considera se puoi permetterti questo rischio