Ethereum è una piattaforma nota per il suo ruolo all’interno del mondo delle criptovalute. Rispetto a tutte le altre realtà del settore, infatti, Ethereum non si offre come un servizio con un’unica applicazione specifica.

La rete Ethereum nasce con l’intento di arricchire il settore delle criptovalute con un’infrastruttura che aiuti lo sviluppo di altre realtà e nuove start-up sulla blockchain Ethereum.

In altre parole il protocollo di Ethereum può essere liberamente sfruttato per la realizzazione di Dapps (Decentralized application con propri token) che si avvalgano degli smart contracts della piattaforma per proporre un proprio servizio e progetto singolare.

Ma si tratta di un procedimento complesso? In altre parole, quali sono i passaggi necessari a creare un token su Ethereum?

In questo approfondimento andremo a trattare proprio questo aspetto, mostrando come sia possibile, in circa 60 minuti, sfruttare la flessibilità dell’ecosistema della blockchain di Ethereum per creare e promuovere una propria criptovaluta (e un proprio token).

Ovviamente è necessario partire da un’idea e un progetto ben strutturato, capace di avere potenziale. Rispetto ad altre blockchain che permettono di creare nuovi token, infatti, quella Ethereum è quella più sicura e organizzata.

Questo a costo di commissioni maggiori: un progetto privo di una base solida non riuscirebbe a imporsi sul mercato proprio a causa dei costi del gas della rete Ethereum.

Un esempio è dato da Uniswap, il DEX con i maggiori volumi d’investimento al mondo, che si regge sulla blockchain Ethereum. Invece progetti ambiziosi ma meno solidi (come ad esempio PancakeSwap o Dogecoin) si affidano a blockchain meno prestigiose ma anche più convenienti, come la Binance Smart Chain (BSC).

Come creare un token su Ethereum in 5 passaggi

A seguire ti mostreremo i 5 passaggi necessari a creare un token ERC20 che ti permetta di mettere in moto e far funzionare la tua Dapps sulla blockchain di Ethereum.

Lo standard ERC20 è sufficientemente elementare da non richiedere particolari conoscenze a livello di programmazione: il token non necessiterà di regole particolari in quanto verrà verificato dalla rete stessa  Ethereum sia per quanto riguarda la sicurezza che il corretto funzionamento.

Primo passo: la definizione del token

Il primo passaggio riguarda ovviamente la definizione del token. Bisognerà, in altre parole, andare a precisare:

  • Nome del token (ex. TokenA);
  • Simbolo del token, solitamente non più di 4 caratteri (ex. TKNA);
  • Decimali del token, ovvero qual è la cifra minima del token che hai intenzione di creare. La maggior parte dei progetti standard prevede 18 decimali (0.000000000000000001 TKNA), ma puoi impostare il valore che preferisci tra 0 e 18;
  • Quantità di token in circolazione all’inizio;
  • La quantità di token in tuo possesso all’inizio. Solitamente i progetti che fanno capo a una singola persona prevedono che il numero di token proprietari sia identico a quelli in circolazione. Ma puoi impostare regole diverse che riflettano la costituzione del tuo progetto;

Secondo passo: la codificazione del contratto

Per creare un token ERC20 è necessario compilare un contratto iniziale che ne codifichi le caratteristiche in uno dei linguaggi comprensibili dal protocollo di Ethereum (il più utilizzato per gli ERC20 è il Solidity, una versione semplificata di Java con le limitazioni dovute alla blockchain Ethereum).

Come abbiamo detto, non è necessario avere dimestichezza con i linguaggi di programmazione per creare un token con Ethereum: il contratto standard precompilato in Solidity può essere scaricato dal sito di Ethereum.

Si tratta di un file di testo che può essere aperto sulla maggior parte dei software di scrittura (Atom, Sublime, etc). Compilare il contratto è estremamente semplice: basterà sostituire alle note “CHANGE THESE VARIABLES FOR YOUR TOKEN” con i dati stabiliti nel passo precedente e il documento sarà completo.

Se si desidera, invece, creare un token particolare, con caratteristiche uniche e diverse dalla versione standard, questo richiede esperienza di programmazione, soprattutto entro la rete Ethereum in virtù dei passaggi successivi.

Terzo passo: testare il token su una TestNet

Il terzo passaggio prevede una serie di test da fare sul token appena creato, in modo da valutare se presenta delle falle, se è sicuro, etc.

Per compiere questo passaggio è necessario utilizzare gli strumenti di una TestNet. Le più famose sono:

  • MyEtherWallet;
  • MetaMask;
  • Mist.

Questo passaggio non farà altro che simulare la creazione del token e trasferirne la quantità indicata dal contratto al tuo wallet. In questo modo verranno testati tutti i passaggi e infine il sistema stabilirà se vi sono stati errori nei passaggi o meno.

La procedura è sufficientemente rapida e non comporterà alcuna spesa: anche se ti viene notificato di effettuare un pagamento, ricorda che mentre sei in simulazione si tratterà di un’operazione virtuale e non verranno toccati fondi reali del tuo portafogli.

Quarto passo: controllo delle transazioni dei token

Una volta che la TestNet avrà effettivamente avviato la simulazione, non ti resta che controllare sul tuo wallet se questa è stata efficacemente registrata. Dai un’occhiata agli estremi della transazione e vedi se è tutto a posto e non vi sono errori negli indirizzi.

Una volta completato questo passo, puoi passare all’ultimo step: il controllo del codice sorgente.

Quinto passo: verifica del codice sorgente del token creato con Ethereum

La verifica del codice sorgente è un passaggio importantissimo in quanto ti permetterà di mettere in funzione un progetto completamente trasparente (uno dei valori essenziali per le criptovalute).

Per far questo dovrai andare a sfruttare l’opzione “verify and publish” sul contract code. A questo punto devi andare a verificare che tutti i dati inseriti siano corretti.

Solo a quel punto ti verrà notificato sulla scheda del token “Contract Source Code Verified”.

A questo punto non ti resta che caricare il tuo token nella rete principale e aprirlo all’uso degli altri utenti!

Il mondo delle Criptovalute è molto complesso, qui su Ethereum-news.it ci impegnamo per offrirti contenuti comprensibili e aggiornati così da aiutarti a capire ciò che accade nell'ecosistema ETH in maniera semplice ed efficace.

DELLA STESSA GATEGORIA

© 2021 Progetto Castero | Tutti i diritti riservati

Il 67% degli investitori perde i propri soldi, considera se puoi permetterti questo rischio