A partire dal 2009, i mercati finanziari hanno vissuto una vera e propria rivoluzione: è apparsa, per la prima volta in assoluto, la criptovaluta Bitcoin. Tra scetticismo e curiosità, il mercato delle criptovalute ha subito una crescita esponenziale, soprattutto grazie al lancio di nuove e sempre più innovative crypto.

Tra queste, emerge Ethereum: la seconda moneta virtuale più importante, in termini di capitalizzazione di mercato, dopo i BTC. Anche se, negli ultimi tempi, stiamo assistendo ad un rovescio della medaglia, in quanto ETH ha iniziato una vera e propria corsa al rialzo, lasciando indietro la regina delle criptovalute.

Dunque, nella sfida relativa a Ethereum vs Bitcoin, chi avrà la meglio? Quali sono i pro e i contro di queste crypto?

La sfida tra Bitcoin e Ethereum

Delle risposte a tali quesiti verranno fornite in un’ottica prevalentemente finanziaria: cercheremo di offrirti le principali informazioni relative alla posizione di mercato occupata tanto da ETH, quanto da BTC. Così facendo, potrai sicuramente placare uno dei dubbi maggiori del momento: su quale criptovaluta investire nel 2021?

Ethereum vs Bitcoin: quali sono le differenze?

Un argomento che va immediatamente chiarito è che la nascita delle valute digitali è direttamente legata alla volontà di fornire uno slancio verso l’innovazione e la digitalizzazione, scardinando i tradizionali sistemi di cui usufruiamo continuamente per effettuare pagamenti, transazioni e quant’altro. Per questo motivo, è importante iniziare col definire le differenze tra Ethereum e Bitcoin.

Intanto, è possibile partire da un’analisi superficiale, in cui si vede il BTC come una moneta digitale globale, a differenza di Ethereum che vede un’applicazione e un utilizzo esclusivo sull’omonima piattaforma.

L’ecosistema Ethereum sta trovando un impiego sempre maggiore in quanto supporta sia gli smart contracts (Contratti Intelligenti – anche detti contratti Ethereum) che gli innovativi NFT Token (Token non fungibili). Del tutto differente è il ruolo che i BTC giocano sul mercato sin dal 2009, in quanto nascono col proposito di diventare un nuovo mezzo di scambio, sostituendo le tradizionali valute fiat.

In sintesi, le differenze principali tra Ethereum e Bitcoin sono:

  • Ethereum è un progetto all’avanguardia che dà una spinta in avanti al campo della DeFI, ovvero la Finanza Decentralizzata;
  • Bitcoin nasce per scardinare i tradizionali sistemi di pagamento, quali banchi e denaro, dando un’importante spinta in avanti alla blockchain e al virtuale.

Approfondisci anche:

Ethereum e Bitcoin: quali ruoli assumono sul mercato

Una volta aver presentato le sostanziali differenze tra il Bitcoin e ed Ethereum, è altrettanto importante capire quali sono i ruoli che assumono sul mercato.

Iniziando dai Bitcoin, è stato già affermato che nascono, nel 2009, come delle valute digitali: è la prima crypto a cui chiunque pensa quando se ne parla. Ciò significa che ha assunto un ruolo sempre più risonante sui mercati: il Bitcoin gode anche del supporto di grandi aziende ed istituzionali, in quanto sta centrando il proprio obiettivo.

Infatti, si tratta di una crypto che concorre per affermarsi come una valuta standard globale. A tal proposito, è pressoché impossibile negare l’importanza assunta da tale moneta virtuale: all’inizio dell’exploit di questi nuovi asset digitali, i Bitcoin rappresentavano l’87% del mercato criptovalutario totale.

Al contrario, Ethereum ha vissuto un boom molto più recente, mettendo così in evidenza una sorta di correlazione inversamente proporzionale con i BTC: quando la prima ha iniziato ad incrementare il proprio valore, la seconda ha riportato dei ribassi senza precedenti.

Tutto ciò, deriva dal fatto che il progetto Ethereum sta riscuotendo un gran successo nel campo della DeFi e, naturalmente, è soprattutto sulla piattaforma in questione che il token ETHER diventa utile. Ciò significa che, più il microcosmo di Ethereum si espande, maggiori sono le opportunità per la crypto in questione di battere i Bitcoin.

C’è bisogno, però, di prestare attenzione: di recente, sono sempre più numerosi gli esperti che parlano del Bitcoin come oro digitale, mentre sorgono alcuni dubbi con Ethereum. Nel caso in cui la piattaforma non dovesse più godere del primato nel campo della Finanza Decentralizzata, la valuta digitale ETH crollerebbe in un attimo.

In conclusione, per ora è ancora presto delineare una situazione certa, ma le Bitcoin previsioni sul lungo termine potrebbero far ricredere tutti coloro che non hanno più riposto fiducia in tale asset.

Ethereum è più importante di Bitcoin?

Attualmente, è lecito che investitori e traders attenti alle novità più appetibili di mercato si chiedano se Ethereum sia più importante di Bitcoin.

Non è possibile fornire una risposta unilaterale, in quanto si è già confermato che entrambe le crypto ed i relativi progetti assumono dei ruoli del tutto differenti tra loro. Nonostante ciò, ci sono diverse motivazioni che spingono Ethereum ad una notorietà sempre maggiore, mettendo in ombra il Bitcoin, come:

  • Rapidità: I BTC presentano tempi di creazione per un blocco di almeno 10 minuti, mentre con Ethereum si tratta di operazioni immediate che richiedono massimo 15 secondi;
  • Blocchi di unità: BTC si dimezza ogni quattro anni (halving), mentre per ETH c’è il rilascio di una determinata quantità ogni anno. Sebbene ciò crei esclusività e renda i Bitcoin più ricercati, è pur sempre un limite agli occhi di ha intenzione di puntare alla valuta digitale nel futuro.

Ciò significa che il progetto di Ethereum possiede delle valide opportunità di crescita, così come si sta notando negli ultimi tempi. Per tale ragione, non bisogna far altro che attendere i risvolti futuri che attenderanno le due monete virtuali prese in analisi.

Leggi anche la guida:

Breakout Bitcoin e la scalata di Ethereum

La prima parte del 2021 si è rivelata abbastanza critica per la regina delle criptovalute: il Bitcoin ha raggiunto picchi di volatilità altissimi e conseguentemente si è assistito ad un rapido ed elevato deprezzamento.

Ci sono stati due eventi, noti su scala globale, che hanno causato il breakout Bitcoin, quali:

  1. Problematiche con la Cina;
  2. Il tweet di Elon Musk.

Procedendo per gradi, nel primo caso si tratta della decisione presa dal governo cinese di vietare alle banche e alle istituzioni qualsiasi transazione con i Bitcoin. Tale scelta ha gravato sul valore della valuta in questione: ha perso circa il 30% sulla propria quotazione dopo la diffusione di tale news.

Poco dopo, Elon Musk, il visionario CEO della Tesla, ha pubblicamente affermato tramite Twitter di voler abbandonare i BTC, poiché preoccupato per l’inquinamento generato nella produzione di tale crypto.

A seguito di questi tweet, il crollo Bitcoin è stato ancor più grave: ha perso, all’inizio, almeno il 16% durante una sola settimana.

Il grave crollo del 16% dei bitcoin

Andamento ETH vs Bitcoin

 

Proprio in questo scenario, Ethereum ha iniziato la propria scalata: con dei risultati record, sfonda i $3.000 di capitalizzazione di mercato. In effetti, durante il mese di gennaio valeva solo $740, mentre in pochi mesi ha toccato un valore di $4000, iniziando a dimostrare come Ethereum sia una valida alternativa ai BTC.

Non è un caso se ancora molteplici traders si chiedono quale sia il valore Ethereum, soprattutto in attesa che il progetto Ethereum 2.0 venga completato.

Ethereum vs Bitcoin: migliori modalità di investimento

Dopo aver presentato il quadro della situazione, bisogna domandarsi qual è la migliore modalità di investimento per approfittare della rapida crescita delle crypto sul mercato. La scelta migliore è quella con cui poter approfittare delle principali caratteristiche del mercato criptovalutario: volatilità giornaliera e liquidità di mercato.

Al contempo, è pur sempre importante optare per soluzioni che non richiedano commissioni troppo elevate e capitali iniziali eccessivi, soprattutto nel caso in cui si stia accedendo al mercato in veste di piccoli traders retail.

Per agevolare il tutto, ecco le migliori modalità per investire in Ethereum o per comprare Bitcoin:

  1. Exchange di criptovalute;
  2. Piattaforme di trading online CFD.

Exchange

Gli exchange sono dei servizi online realizzati esclusivamente per comprare, vendere o semplicemente conservare criptovalute come BTC e ETHER.
Si tratta di piattaforme che consentono lo scambio di crypto con valute fiat e viceversa, convertendo semplicemente il valore della prima in base a quello dell’altra.

Di solito, i migliori exchange sono contraddistinti da esecuzioni abbastanza rapide, così da garantire agli utenti ordini piazzati in base all’attuale situazione di mercato.

Sicuramente uno degli aspetti da dover considerare riguarda le commissioni: per utenti alle prime armi che iniziano da somme esigue, tali piattaforme potrebbero risultare limitanti in quanto i costi variano in base ai volumi di trading; quindi non solo a seconda dell’andamento di mercato.

Inoltre, gli exchange sono spesso al centro dell’attenzione a causa di truffe e malfunzionamenti che incidono sull’intera attività dei traders. Per tali ragioni, è consigliabile prestare molta attenzione durante tale scelta, optando per exchange sicuri, affidabili e che godono di una buona reputazione.

Piattaforme di trading online CFD

Una soluzione dal carattere sicuramente più flessibile ed accessibile per investire in ETHER o in BTC è fare trading online CFD.

Senza indugiare, è possibile presentare direttamente i vantaggi proposti dai migliori broker: in primis, commissioni competitive e realmente basse rispetto agli exchange. Infatti, è bene chiarire che l’unico costo applicato alle singole commissioni è definito spread: la differenza, ad esempio, tra il valore Bitcoin all’inizio e alla chiusura di una posizione.

Da ciò, è facile intuire che si tratta di somme irrisorie che non incidono sulle proprie possibilità di investimento. Inoltre, i CFD, ossia strumenti finanziari derivati, offrono un’esposizione diretta a tutte le occasioni di mercato: consentono di investire al rialzo, ma anche di andare in short selling. Semplicemente, quindi, gli investitori potranno negoziare al ribasso, cercando di far fruttare i propri risparmi nonostante l’andamento di un asset sul mercato sia negativo.

Inoltre, si tratta di strumenti con cui effettuare operazioni di natura speculativa: non si acquisterà direttamente ETH o il BTC, per cui il proprio obiettivo sarà quello di ottenere rendimenti dalle variazioni di prezzo che registrano sul mercato.

Il trading online CFD risulta vantaggioso tanto agli occhi di utenti esperti che dal punto di vista di investitori principianti, in quanto le migliori piattaforme presentano anche strumenti come: un conto demo gratuito da cui iniziare per mettersi alla prova a zero rischi, funzioni e grafici per analizzare e studiare i mercati, ma anche sezioni formative gratis per ottimizzare le proprie negoziazioni.

Infine, chiunque cerchi condizioni abbordabili sia da un punto di vista economico che prettamente operativo, dovrebbe valutare la scelta di una piattaforma di trading online per speculare su asset promettenti come i Bitcoin ed Ethereum.

Leggi anche: Ethereum queste le previsioni degli analisti più quotati al mondo

Ethereum vs Bitcoin: pro e contro

Quando si decide di intraprendere un’attività finanziaria su classi di asset appetibili come le valute digitali, è importante valutare i pro e i contro.
Iniziando dai Bitcoin, i vantaggi di comprare, o comunque speculare su tale crypto, sono davvero molteplici e si sono palesati nel corso di questi anni, soprattutto secondo quanto molti investitori affermano: hanno incrementato i loro guadagni grazie alla rapida crescita che la valuta digitale ha registrato nell’arco di qualche anno.

Sebbene i BTC abbiano spesso mostrato un’estrema suscettibilità alle variazioni di prezzo, ad oggi, sono considerati come delle riserve di valore: insomma, un porto sicuro nel caso in cui le valute fiat dovessero deprezzarsi.

Al contempo, tra i contro di investire in Bitcoin emergono delle considerazioni abbastanza contraddittorie rispetto a quanto affermato finora. Infatti, secondo personalità di spicco nel settore, il Bitcoin potrebbe esser semplicemente una bolla: motivo per cui ci si aspetta periodicamente un crollo nei prezzi.

Tendenzialmente, è sconsigliato investire in Bitcoin se si detiene un profilo di rischio basso, così come è meglio evitare operazioni proiettate sul medio/lungo periodo. Intanto, la posizione di mercato raggiunta dai Bitcoin appare in bilico rispetto al passato: il consiglio è quello di restare costantemente aggiornati circa l’andamento e le previsioni correlate al BTC, così da non lasciarsi sfuggire alcuna opportunità di profitto.

Per quanto riguarda i vantaggi di comprare ETH, è possibile avere come punto di riferimento l’attuale situazione vissuta da questa crypto, la quale sembra aver stuzzicato l’appetito di un numero di investitori nettamente superiore rispetto al passato. Infatti, diversi analisti ritengono che, nel tempo, Ethereum possa stabilizzarsi e mostrare il proprio potenziale.

Allo stesso tempo, conserva ancora i tratti tipici delle crypto, come la volatilità giornaliera: dopo il rally in salita, ETH ha comunque riportato dei movimenti correttivi al ribasso che ne hanno diminuito nuovamente il valore.

Inoltre, tra i rischi di investire in Ethereum, bisogna presentare lo scenario incerto che aleggia attorno all’intero progetto: come già affermato poc’anzi, se non dovesse decollare come ci si aspetta, anche ETHER perderebbe la propria posizione predominante sul mercato.

Sulla base di tali informazioni, è bene valutare i pro e i contro sia dei Bitcoin che di Ethereum in base alle proprie esigenze e, soprattutto, a seconda delle proprie capacità operative.

Ethereum vs Bitcoin: quale crypto si rivela l’investimento migliore?

Dopo un lungo excursus circa le peculiarità maggiori da cui nasce la sfida Ethereum vs Bitcoin, è giunto il momento di chiedersi qual è l’investimento più conveniente per i propri affari.

Considerando esclusivamente gli ultimi periodi, verrebbe automatico affermare che Ethereum è meglio di Bitcoin. Ma, in realtà, non è così semplice: ci sono diversi aspetti da dover valutare prima di decidere su quale delle due criptovalute puntare.

Intanto, si sono contrapposte due scuole di pensiero:

  1. Ethereum supererà Bitcoin: persino il noto analista Goldman Sachs ha dichiarato che il sorprasso di ETHER è più che possibile. L’eterna seconda, possiede dei punti di forza che potrebbero supportarne la crescita, come la questione della sostenibilità, del tutto assente con i BTC;
  2. Bitcoin ha subito una momentanea battuta d’arresto: secondo diversi analisti, il Bitcoin possiede tutte le carte in regola per continuare a crescere ed espandersi sui mercati. Con un’adozione di tale crypto su scala mondiale, ed un percorso sempre più teso all’istituzionalizzazione dei Bitcoin, le prospettive e i margini di crescita appaiono concretamente allettanti.

Dunque, su quale crypto investire nel 2021? Il divario che vede Ethereum vs Bitcoin non è stato ancora superato, per cui è ancora complicato offrire una visuale ben definita degli scenari futuri. Sicuramente, sia ETH che BTC potrebbero offrire delle performances dall’appetibilità da non sottovalutare.

Ethereum vs Bitcoin: considerazioni finali

La guida si è incentrata sulla questione Ethereum vs Bitcoin per comprendere quale fosse la scelta migliore per i propri investimenti. Sono stati rilevati diversi aspetti che differenziano i BTC da ETHER, così come si è compreso che entrambe le valute digitali presentano un ampio potenziale di crescita sul mercato, soprattutto basandosi sulle previsioni Ethereum future.

In più, sono state messe in evidenza le modalità di investimento migliori per approfittare anche dei breakout di tali asset, liquidi ma pur sempre volatili. Grazie al trading online CFD, anche i meno esperti possono tentare di trarre il meglio tanto dai BTC che da ETH: la soluzione è monitorare i mercati e non abbassare la guardia, in quanto si tratta di due risorse realmente remunerative se si giocano bene le proprie mosse.

Il mondo delle Criptovalute è molto complesso, qui su Ethereum-news.it ci impegnamo per offrirti contenuti comprensibili e aggiornati così da aiutarti a capire ciò che accade nell'ecosistema ETH in maniera semplice ed efficace.

DELLA STESSA GATEGORIA

© 2021 Progetto Castero | Tutti i diritti riservati

Il 67% degli investitori perde i propri soldi, considera se puoi permetterti questo rischio