Il 2021 si è rivelato un anno davvero importante per Ethereum, l’eterna seconda del Bitcoin che sembra volersi finalmente riscattare.

In effetti, ha registrato una rincorsa in salita così notevole da condurre diversi analisti ad affermare che potesse persino superare i BTC.

Dunque, è innegabile che si tratti di una delle valute digitali più promettenti del momento: ma è meglio puntare al breve o al lungo periodo?

È meglio investire a breve o lungo periodo?

Per fornire una risposta a tale quesito, si sta per offrire una visione relativa ad entrambe le prospettive, così che ognuno possa valutare la strategia operativa più conforme alle proprie necessità e, soprattutto, la più adatta per raggiungere i propri obiettivi finanziari.

Leggi anche la guida: minare Ethereum ecco come fare

Investire su Ethereum: consigli per il breve periodo

Il primo aspetto di cui occuparsi riguarda come investire su Ethereum sul breve periodo.

Si può immediatamente affermare che si tratta di una soluzione che calza perfettamente all’intero mercato delle criptovalute, in quanto si tratta di asset performanti anche nell’arco di brevissimo tempo, in quanto soggetti a dei livelli di volatilità giornaliera davvero elevati.

A tal proposito, è bene presentare subito alcune considerazioni apparse di recente sul Web, in relazione al rally in salita riportato da ETH: per molti esperti, si tratta semplicemente di una bolla crittografica, per cui consigliano di investire senza occupare degli orizzonti temporali troppo ampi.

Naturalmente, non si può valutare un investimento sul breve termine senza chiedersi quale sia la soluzione migliore per attuare strategie del genere: fare trading online CFD, ovvero adoperarsi per effettuare operazioni speculative su Ethereum, godendo dei vantaggi intrinsechi a tali strumenti finanziari derivati.

Come si sta per approfondire, si tratta di una soluzione ideale per investire secondo tattiche improntate su esecuzioni rapide e volte a trarre il meglio, anche su base giornaliera, dai movimenti più consistenti che la seconda criptovaluta al mondo, in termini di market cap (capitalizzazione di mercato), registra anche nell’arco di qualche ora.

Leggi anche la guida: Ethereum caratteristiche del progetto

Consigli per speculare su ETH: piattaforme di trading CFD

Il primo consiglio, nonché il più diffuso, per effettuare investimenti sul breve termine su Ethereum è quello di avvalersi di una piattaforma di trading online CFD.

Il motivo di ciò è ricollegabile ai vantaggi dei CFD, strumenti finanziari il cui acronimo sta per “Contracts for Difference”.

Grazie ai CFD, in primis, gli investitori godono di condizioni di investimento realmente flessibili, in quanto consentono di negoziare su un asset senza acquistarlo ed inserirlo direttamente nel proprio wallet.

Replicandone l’andamento, l’investitore negozierà sul sottostante, avendo così l’occasione di guadagnare dalle variazioni di prezzo del bene di mercato scelto. Contestualizzando tale discorso ad ETH, è chiaro che si tratta di un punto a proprio favore: i CFD sono gli unici strumenti finanziari con cui poter approfittare dell’instabilità che contraddistingue l’asset class delle valute digitali.

Un altro vantaggio di cui poter approfittare per investimenti sul breve termine è relativo all’operazione di vendita allo scoperto. In questo caso, si fa riferimento all’occasione di poter puntare sul ribasso di un asset, incrementando i propri profitti anche durante le fasi di mercato negative.

Ciò significa che, rispetto alle tradizionali modalità di investimento, il trading online CFD propone una duplice chance di investimento, rendendo ancor più interessante la speculazione sul breve termine su asset come Ethereum.

Analisi tecnica ETH per operazioni di breve periodo

Quando si decide di puntare al breve termine, è necessario avvalersi degli strumenti che si rivelano più utili per studiare l’andamento dell’asset sul mercato, cercando di cogliere anche i movimenti più impercettibili, ma che possono avere un impatto determinante sull’andamento delle proprie operazioni. A tal proposito, è possibile evidenziare l’importanza che assume l’analisi tecnica per investire su ETH, seguendo strategie di breve periodo.

In termini semplici, si tratta di uno studio da attuare con l’ausilio di un grafico di trading preoccupandosi di:

  1. Impostare il time frame corretto: 5/15 minuti per fare scalping, fino a qualche ora per chiudere la posizione nell’arco di un paio di giorni;
  2. Scegliere indicatori di trading: applicare indicatori di volatilità e di tendenza sarebbe l’ideale per captare e seguire le fluttuazioni di prezzo che ETH riporta sul mercato.

Sebbene possa apparire una disciplina complessa, esistono degli indicatori/oscillatori tanto efficaci quanto intuitivi da interpretare, così che anche i principianti possano direzionare correttamente i propri investimenti.

Analisi tecnica di breve periodo ETH: un esempio grafico

Per offrire una visione più chiara di ciò che è stato appena affermato, è possibile visionare il grafico qui riportato. Con un time frame impostato su 30 minuti, l’indicatore scelto è uno dei più utilizzati per misurare la volatilità di mercato: le Bande di Bollinger.

Un analisi d'investimento ETH a breve periodo

Seguendo la freccia applicata, si può intuitivamente notare che ETH ha attraversato una fase ribassista, di cui qualsiasi trader con un conto di trading CFD avrebbe potuto approfittare.
Si tratta di un’operazione di circa un giorno, in quanto il ribasso inizia il 21/06 e termina il giorno successivo.

Da un valore pari a 2.250, ETH è sceso a 1.861,39: dati che evidenziano come alcune situazioni si prestino in maniera perfetta a degli investimenti sul breve periodo.

Si consiglia di prestare attenzione anche all’ampiezza delle tre bande di Bollinger: quando sono eccessivamente lontane tra di loro, significa che il mercato sta attraversando un momento caratterizzato da livelli di volatilità molto ampi, per cui si sconsiglia di iniziare a negoziare se non si sa come gestire una situazione simile.

Al contrario, le tre linee che si avvicinano sono sinonimo di volatilità più contenuta: una fase da sfruttare per cogliere le opportunità offerta da ETH, mantenendo un profilo di rischio medio/basso.

I vantaggi di investire in Ethereum sul breve termine

Si è ampiamente compreso che il breve termine può essere una soluzione concreta per ottenere profitti da ETH, ma quali sono i vantaggi?

Prima di tutto, si potrà seguire un piano di investimento in maniera graduale, gestendo step by step il livello operativo, la frequenza e le tipologie di strategie da dover adottare. Per quanto possa apparire un’informazione banale, in realtà la gestione del capitale e del proprio wallet sono due aspetti essenziali nel trading online.

A tal riguardo, investire sul breve termine, soprattutto nel caso di trading intraday su Ethereum, si potrà monitorare costantemente l’andamento delle proprie operazioni, con un focus sempre incentrato sul rapporto capitale/perdite. Lo scopo di investire sul breve termine è ottimizzare le tempistiche, cercando di ottenere esigui ma costanti profitti dalle diverse negoziazioni svolte nel corso di un orizzonte temporale prestabilito.

Intanto, i vantaggi di investire sul breve termine in Ethereum sono così riassumibili:

  • Gestione ottimale del proprio capitale;
  • Assenza di stress ed eccessive preoccupazioni: non a caso, i principianti optano inizialmente per negoziazioni sul breve termine, in quanto implicano un maggior controllo sulle decisioni da attuare rispetto al lungo periodo, il quale implica uno sforzo costante per tenere d’occhio i mercati;
  • Ottimizzazione delle tempistiche: operando sul breve termine, sarà sicuramente più facile escogitare strategie e tecniche differenti per inserirsi sul mercato al momento giusto, incrementando anche il numero di operazioni effettuabili.

In verità, per molti gli investimenti a breve termine sono la combinazione ideale per sfruttare a proprio favore i movimenti altalenanti di ETH, avendo l’occasione di controllare i rischi e far sì che si equilibrino con le entrate.

Come investire in ETH sul lungo termine: i consigli degli esperti

Un discorso totalmente opposto riguarda gli investimenti sul lungo termine in Ethereum; sicuramente una delle criptovalute più predisposte ad una crescita durante il 2021 e negli anni a seguire.

Infatti, contro a quanto affermato durante la prima parte della guida, numerosi analisti finanziari ripongono fiducia nelle potenzialità di Ethereum, soprattutto nel momento in cui verrà portata a termine la road map verso Ethereum 2.0.

Per puntare al lungo termine su un asset suscettibile a numerosi fattori esterni che ne influenzano l’andamento, gli esperti consigliano di:

  • Effettuare l’analisi tecnica: si tratta di una disciplina versatile, essenziale tanto per il breve quanto per il lungo periodo, poiché consente di catturare i trend di mercato dominanti ed agire di conseguenza;
  • Studiare l’analisi fondamentale: è una materia che consiste nell’apprendere tutti gli aspetti, tanto di natura microeconomica quanto macroeconomica, i quali hanno un potere tale da deviare l’andamento di ETH sul mercato.

Per il lungo termine, è importante affiancare lo studio di entrambe le discipline, poiché conferiscono una panoramica più ampia circa la futura situazione di mercato, poggiando le proprie strategie su solide basi.

L’importanza dell’analisi fondamentale per investimenti sul lungo termine in ETH

Per analisi fondamentale, come già accennato, s’intende lo studio di tutti gli eventi esterni ad ETH che possono giocare un ruolo primario nella quotazione Ethereum.

Anche in questo caso, i migliori broker di trading online forniscono un importante contributo per restare aggiornati sulle ultime news Ethereum: offrono un calendario economico in prima pagina, da cui poter consultare le notizie più recenti di proprio interesse.

Nel caso di Ethereum quali sono gli aspetti da dover monitorare quando si investe sul lungo termine?

Prima di tutto, è sempre bene seguire l’andamento di BTC sul mercato: trattandosi della regina delle crypto, questa influenza l’intero mercato.

Nonostante ciò, la correlazione tra le due è diventata molto più evidente nel corso del tempo, in quanto all’indebolimento dei Bitcoin c’è stato un netto rafforzamento di Ethereum.

Inoltre, bisogna monitorare le reazioni, le opinioni e l’usabilità concreta relativa alla blockchain Ethereum: se dovesse diventare un riferimento nel campo della Finanza Decentralizzata (DeFI), mostrando la veridicità delle previsioni su Ether, è naturale che la crypto in questione abbia possibilità reali di dominare il settore.

Allo stesso tempo, le crypto sono spesso oggetto di operazioni puramente speculative: un incremento nella domanda, porterà sicuramente Ethereum a consolidare la propria posizione.

Tutto ciò non fa altro che dimostrare come le valute digitali siano strettamente dipendenti dallo scenario che le circonda, soprattutto durante un periodo in cui l’opinione è divisa tra entusiasmo per queste nuove tecnologie e scetticismo verso queste nuove valute.

In conclusione, ci sono diverse possibilità per far sì che un investimento sul lungo termine su una crypto che assume un ruolo sempre più significativo nel settore come ETH possa dirsi ben riuscito, ma è richiesto uno studio costante ed approfondito di mercato, con uno sguardo critico verso questioni che non riguardano direttamente la crypto in questione.

Breve o lungo termine: cosa consigliano gli investitori?

Giunti a questo momento, è naturale avere il dubbio se investire in Ethereum sul breve o sul lungo termine. Per questo motivo, sono state ripresi alcuni consigli tipici che i traders più esperti elargiscono ai principianti.

La verità è che non esiste una risposta univoca, in quanto gran parte di tale scelta è influenzata dalla propria attitudine e dall’approccio che si intende utilizzare per negoziare sul mercato. Questo significa che, il primo consiglio per decidere quale strategia attuare, riguarda l’elaborazione di un piano, in cui si definisce il proprio profilo di rischio e il livello di operatività con cui inserirsi sul mercato.

Per molti traders la speculazione di breve termine su Ethereum si è rivelata fonte di profitti notevoli: ci sono stati anche momenti di down per la crypto e grazie ai CFD i risultati finali sono apparsi ugualmente positivi.

Allo stesso tempo, per molti neofiti la scelta di partire con operazioni spalmate su orizzonti temporali non troppo lontani è stata utile per iniziare a comprendere le dinamiche che spingono, o fanno crollare ETH, attuando ugualmente delle negoziazioni da cui far fruttare i propri risparmi.

Ciò significa che bisogna abbandonare l’idea di investire sul lungo termine? Assolutamente no! Durante gli ultimi tempi, molteplici traders già navigati nel mondo delle crypto hanno espresso la propria opinione favorevole su Ethereum ad un buy sul lungo periodo.

Le ragioni sono sempre legate al fatto che la valuta digitale in questione rappresenta uno dei progetti più interessanti della DeFi, il quale supporta tanto gli smart contracts ( i famosi Contratti Ethereum) quanto gli NFT Token, offrendo ad ETH l’opportunità di continuare ad incrementare il proprio valore.

Naturalmente, in entrambi i casi sarebbe impossibile investire ed ottenere dei ritorni concreti dall’andamento di Ethereum sul mercato se non si attuano le giuste mosse: analizzarne l’andamento e fare trading online CFD. Così facendo, sia sul breve che sul lungo termine si avranno chances di ricavare profitti da Ethereum.

Considerazioni finali

Nel corso della guida sono stati proposti dei consigli per operare su Ethereum secondo due punti di vista totalmente opposti, ovvero per investimenti sul breve e sul lungo termine. Da ciò, sono venuti a galla alcuni particolari: ad esempio, il fatto che Ethereum si presta bene ad entrambe le strategie.

Nonostante questo, per investire correttamente sulla crypto è necessario servirsi dei metodi d’investimento giusti: in questo caso, le piattaforme di trading online CFD rivestono particolare importanza. Grazie all’opportunità di speculare sui movimenti di prezzo ETH e di ottenere gli strumenti necessari per un’analisi tecnico-fondamentale, anche i principianti possono iniziare a valutare di investire, sia sul breve che sul lungo termine, sulla moneta virtuale Ethereum.

FAQ Ethereum consigli da considerare sugli investimenti di breve e lungo periodo: Domande Frequenti

Come investire in Ethereum sul breve periodo?

Per investire sul breve periodo su una valuta digitale come Ethereum, la soluzione migliore è usufruire di una piattaforma di trading online CFD. Grazie a questi strumenti derivati, si potrà speculare sull’andamento di ETH, ottenendo profitti anche per posizioni aperte per poco tempo.

Inoltre, con la vendita allo scoperto, si potranno applicare strategie di breve termine che seguono perfettamente la situazione del mercato, così da aumentare le proprie possibilità di chiudere in rialzo.

Quali sono i consigli per investire in Ethereum sul lungo termine?

Il consiglio per intraprendere un percorso di investimento proiettato verso il lungo termine è quello di combinare l’analisi tecnica con l’analisi fondamentale Ethereum, così che si possa avere un quadro completo relativo al più probabile andamento di ETH su orizzonti temporali più ampi.

Il mondo delle Criptovalute è molto complesso, qui su Ethereum-news.it ci impegnamo per offrirti contenuti comprensibili e aggiornati così da aiutarti a capire ciò che accade nell'ecosistema ETH in maniera semplice ed efficace.

DELLA STESSA GATEGORIA

© 2021 Progetto Castero | Tutti i diritti riservati

Il 67% degli investitori perde i propri soldi, considera se puoi permetterti questo rischio