Ethereum e Litecoin sono due criptovalute che partono da un assunto simile ma hanno deciso di svilupparlo in modo completamente diverso. Simili nel rapporto alla loro “genitrice”, il Bitcoin, queste due criptovalute si differenziano enormemente per la valutazione di questo rapporto.

In questo approfondimento da parte degli esperti di Ethereum News ti andremo a mostrare quali sono le differenze tra Ethereum e Litecoin in tutte e 3 le principali categorie utili a comprendere le potenzialità di una criptovaluta:

  • Funzionamento;
  • Applicazione;
  • Investimenti.

Ci teniamo a precisarti che l’obiettivo non è affatto quello di decretare “un vincitore” bensì quello di comprendere i diversi approcci delle due criptovalute e valutare in che modo e se è possibile diversificare il proprio portafogli con diverse strategie operative tanto sul Litecoin quanto su Ethereum.

Per questo motivo concentreremo le opinioni su Ethereum vs Litecoin nel paragrafo finale e incentreremo il discorso prevalentemente sulle differenze oggettive delle due realtà, in modo da permetterti di sviluppare liberamente una tua riflessione in merito.

Leggi anche il confronto: investire in Ethereum o Bitcoin, per sapere dove conviene investire

Funzionamento di Ethereum vs Litecoin: le principali differenze

Come ti abbiamo detto, Ethereum e Litecoin hanno in comune esclusivamente il fatto che si tratta di due criptovalute che si sono volute distinguere dal Bitcoin.

Sebbene il progetto Bitcoin fosse stato annunciato nel 2008 e rilasciato ufficialmente nel 2009, la novità del progetto impiegò un paio di anni abbondanti per essere completamente compresa e metabolizzata dalla community.

Confronto Ethereum vs Litecoin

Il Litecoin è nato prima di Ethereum, sulla scia di numerose altcoin di cui oggi si sa poco o nulla. Immediatamente dopo il debutto del Bitcoin, infatti, numerosi esperti iniziarono a partorire progetti che ne potessero incrementare alcuni aspetti e correggerne altri.

Si trattò della prima ondata di altcoin, progetti che si affidavano alla blockchain del Bitcoin e che puntavano semplicemente ad uno sviluppo diverso di alcuni suoi aspetti. Di queste, solo il Litecoin sopravvisse.

La prima generazione di altcoin, infatti, si limitava a prendere la blockchain del Bitcoin e ad implementarne alcuni aspetti. Il Litecoin fu indubbiamente il prodotto di maggior successo, andando a diminuire i tempi di elaborazione dei blocchi e un algoritmo di hash leggermente diverso.

Il Litecoin, dunque, funziona esattamente come il Bitcoin, eccezion fatta per il numero di monete massimo (84 milioni contro i 21 milioni del BTC). Ethereum, al contrario, appartiene alla seconda generazione di altcoin, quelle che hanno attivamente rivoluzionato la blockchain inizialmente introdotta dal Bitcoin.

Diversamente da tutti i progetti bitcoin-like, infatti, Ethereum ha deciso di sviluppare il mondo della blockchain verso la creazione di un ecosistema completamente decentralizzato e funzionale, di senso compiuto.

Non si tratta, dunque, di una valuta digitale di supporto alle transazioni, decentralizzata e più performante del Bitcoin come nel caso di Litecoin. Con Ethereum le criptovalute si evolvono in una rete di servizi completamente autosufficiente: gli smart contracts possibili sulla rete Ethereum non si rivolgono esclusivamente alle transazioni, come esamineremo più attentamente nel paragrafo dedicato alle applicazioni.

Differenze tecniche tra Ethereum e Litecoin: mining, minting e hashrate

Tra le principali differenze tecniche tra Ethereum e Litecoin non si può omettere di considerare le performance complessive delle due reti. Come ti abbiamo anticipato, infatti, Litecoin nasce come un perfezionamento di alcune caratteristiche di Bitcoin.

Anche Ethereum parte da un’intenzione di base simile ma, progettato due anni dopo, di fatto inserisce questi miglioramenti tecnici all’interno di un progetto decisamente più determinato.
Nella tabella sottostante ti proponiamo un confronto tra Ethereum vs Litecoin basato su alcune caratteristiche cruciali per ogni criptovaluta:

Confronto tra Ethereum vs Litecoin

 

Come puoi notare la rete Ethereum è di gran lunga più prestante del Litecoin, e questo dipende anche e soprattutto dall’adozione di un algoritmo di Proof of Stake per la conferma delle transazioni.

Litecoin si appoggia sul sistema di Bitcoin, il Proof of Work, ma ne modifica parte dell’algoritmo di realizzazione dei bocchi. Non il SHA-256 ma SCRYPT, il quale richiede di gran lunga un consumo maggiore di risorse ed energia.

Dunque, per garantire prestazioni migliori sulla propria rete, Litecoin ha dovuto rinunciare alla snellezza del sistema e, a parità di mezzi, il mining su Litecoin è di circa 1000 volte più lento di quello su Bitcoin.

Ethereum, invece, con il passaggio al PoS, non fa più affidamento al mining di Ether bensì al minting, o forging, ovvero un sistema di creazione e validazione dei blocchi che si regge sul consenso dei validators.

Questi, dunque, contribuiscono allo sviluppo della rete andando a creare blocchi non attraverso unità di calcolo estremamente complesse ma attraverso la conferma della transazione stessa tramite blocchi precedentemente verificati e di supporto alla rete. Il mining, dunque, viene sostituito dallo staking, ove un blocco di almeno 32 ETH viene utilizzato come conferma per le transazioni.

Questo permette alla rete di svilupparsi partendo da mezzi più modesti e a costi ridotti.

Applicazione Ethereum vs Litecoin: simili solo in apparenza

Risulta indubbiamente sorprendente come due progetti che partono da un presupposto simile (l’implementazione del mondo delle criptovalute inaugurato dal Bitcoin) a distanza di pochi anni siano capaci di mostrare risultati estremamente diversi.

Come si è detto, Litecoin nasce come versione migliore del Bitcoin. Ne ricalca in tutto e per tutto le funzioni risultando semplicemente più performante. Litecoin, infatti, è una criptovaluta P2P per il trasferimento di valore completamente decentralizzato.

Al contrario Ethereum è una piattaforma che si basa sulla blockchain e che utilizza una criptovaluta (l’Ether) tanto come strumento per la realizzazione di smart contracts quanto da carburante per l’alimentazione dell’intera rete.

Sotto questo punto di vista, Ethereum è un ecosistema completo mentre Litecoin si inserisce come mero strumento funzionale all’ottimizzazione delle transazioni. In termini applicativi questo si traduce in una incredibile disparità di funzioni, che coesistono in virtù della diversificazione di settore.

Elaborando diversamente questo concetto, Litecoin ha la medesima applicazione del Bitcoin, fungendo da strumento di mediazione per le transazioni. Tramite il Litecoin si rende possibile trasferire valuta tramite uno strumento decentralizzato, sicuro e altamente efficiente, sotto molti aspetti migliore del Bitcoin stesso.

Al contrario Ethereum non solo rende possibile la realizzazione di transazioni interne al proprio ecosistema, ma svolge questa funzione come diretta conseguenza degli smart contracts stipulati naturalmente dai membri della community.

Quindi, da un lato vi è Ethereum, una criptovaluta di seconda generazione, che punta a fornire al Web 3.0 un sistema di riferimento per il suo funzionamento, rendendo possibili:

  • Sistemi elettorali;
  • Transazioni e contratti bancari;
  • Spedizioni;
  • Accordi contrattuali.

Dall’altro, invece, vi è Litecoin, una criptovaluta di prima generazione, nata in seguito al bisogno di migliorare e implementare alcune caratteristiche del Bitcoin, ma che risente ancora dei limiti teorici di questo. Le sue applicazioni principali, infatti, sono prevalentemente relative alle sole transazioni di valore (per lo più di tipo valutario).

Leggi anche la guida Contratti Ethereum per capire come funziona questa nuova tecnologia.

Investimenti Ethereum vs Litecoin: le principali differenze

Considerando le due criptovalute nell’ottica degli investimenti, le differenze trattate finora acquistano maggior senso.

Investire in criptovalute, infatti, comporta due diversi tipi di ragionamento:

  • Speculare sulle oscillazioni del loro valore nel breve periodo;
  • Puntare ad un apprezzamento significativo dei token sul lungo periodo.

In entrambi i casi, trattandosi di un mercato giovane, vi sono due fattori che giocano un ruolo chiave e che ti permettono di comprendere quanto un asset può essere conveniente:

  • Psicologia di mercato;
  • Volumi di investimento.

La prima è fondamentale nello sviluppo dei macro-trend. Rispettivamente il rally e il crash del mercato verificatisi tra l’Autunno 2020 e la fine della Primavera 2021 sono da ascrivere a questo elemento.

I volumi di investimento, invece, permettono di valutare le potenzialità di un asset: al variare dei volumi, infatti, varia la capacità della criptovaluta di rispondere alle sfide di mercato e presentare un profilo di rischio/rendimento appetibile.

Prima di prendere in considerazione le differenze tecniche tra gli investimenti in Ethereum e in Litecoin, concentriamoci inizialmente su come questi due asset rispondono alle variazioni della psicologia di mercato e dei volumi di investimento:

Risposta alle variazioni della psicologia di mercato e dei volumi di investimento

Quindi Litecoin presenta volumi di investimento di gran lunga maggiori ad Ethereum. Un dato che entra in apparente contrasto con i trend più pronunciati di quest’ultimo.

Tuttavia se si considera che la capitalizzazione di mercato di Ethereum è di circa 187 miliardi di dollari e quella del Litecoin è di “appena” 7 miliardi, si comprende la natura di questo rapporto.

I volumi di investimento del Litecoin, come la maggior parte degli asset puramente speculativi, coprono porzioni significative della capitalizzazione complessiva.

Ethereum, invece, è un progetto che punta ad una stabilità finanziaria maggiore. I volumi di investimento raramente superano lo 0.00001% della capitalizzazione. Questo significa che l’apprezzamento o il deprezzamento dell’asset subiscono meno le oscillazioni connesse alla psicologia di trading e, per questo motivo, si rendono possibili operazioni di investimento sul lungo periodo.

Investire su Ethereum vs investire su Litecoin: differenze tecniche

A livello tecnico, Ethereum e Litecoin sono due asset che:

Sul breve periodo, come puoi vedere nell’immagine sottostante, seguono direttrici di sviluppo pressoché identiche;

Gli investimenti sul breve periodo di Litecoin e Ethereum

Sul lungo periodo, invece, come puoi vedere sempre nell’immagine, dimostrano differenze palesi: i trend sono simili ma le intensità sono completamente diverse;

Gli investimenti sul lungo periodo di Litecoin e Ethereum

Al contrario, il Litecoin ha un rapporto molto più immediato con il Bitcoin, tanto sul breve quanto sul lungo periodo, come puoi vedere in questa immagine:

Gli investimenti sul lungo-breve periodo di Litecoin e Bitcoin

Questo significa che Ethereum e Litecoin, per quanto differiscano a livello di fondamentali, sono due criptovalute che si prestano a strategie di investimento comparative come lo Spread Trading.

Non è affatto raro, infatti, che un portafogli di criptovalute ben diversificato contenga al suo interno tante operazioni su Litecoin quanto su Ethereum.

Leggi anche la guida Ethereum Wallet per capire come conservare e negoziare i tuoi Ether.

Vantaggi e svantaggi di Ethereum vs Litecoin: le nostre opinioni

Quindi Ethereum e Litecoin, per quanto siano due asset dalle premesse e dai fondamentali completamente diversi, risultano essere molto interessanti dal punto di vista degli investimenti.

Litecoin, da molti battezzato come l’argento delle criptovalute, in un’analogia in cui il Bitcoin figura come l’oro, è un asset che regge la propria sopravvivenza sulla capacità di risultare estremamente interessante per gli investitori.

Le sue applicazioni reali sono sufficientemente ridotte da farlo passare in secondo piano, specie se paragonato ad un ecosistema ben strutturato come Ethereum.

Attenzione, tuttavia: questo non significa che Litecoin non ha prospettive di sopravvivenza. Al contrario: nella misura in cui la criptovaluta continuerà ad evolversi e attirare sempre più investitori, la sua sopravvivenza è garantita.

Specie se i volumi di investimento continueranno a coprire porzioni significative della sua capitalizzazione, infatti, Litecoin sarà in grado di garantire ai suoi investitori più capaci un ROI speculativo più che soddisfacente.

Ethereum, al contrario, punta prevalentemente ad una partecipazione più stabile e questo si riflette in volumi di investimento minimi se confrontati alla capitalizzazione di mercato. Il suo successo si misura sulle applicazioni pratiche e non sui risultati di mercato.

Nella tabella seguente ti proponiamo una summa complessiva di quanto detto finora. Prima, però, ci teniamo a ribadire un punto: confrontare Ethereum con Litecoin non significa preferire l’uno ed escludere l’altro.

L’obiettivo deve essere quello di partorire, a partire da questo confronto, una strategia operativa efficace su ambo gli asset. Del resto Litecoin è la seconda criptovaluta per anzianità che ancora figura nella top 20 e può contare su un interesse di mercato che molti altri asset non posseggono.

I vantaggi e svantaggi di Ethereum vs Litecoin

I vantaggi e svantaggi di Litecoin vs Ethereum

Il mondo delle Criptovalute è molto complesso, qui su Ethereum-news.it ci impegnamo per offrirti contenuti comprensibili e aggiornati così da aiutarti a capire ciò che accade nell'ecosistema ETH in maniera semplice ed efficace.

DELLA STESSA GATEGORIA

© 2021 Progetto Castero | Tutti i diritti riservati

Il 67% degli investitori perde i propri soldi, considera se puoi permetterti questo rischio