Il crypto staking è una particolare modalità di partecipazione all’ecosistema criptovalutario, per certi versi alternativa al mining (almeno, in termini di rendimento).

In estrema sintesi, si tratta di tenere da parte dei fondi criptovalutari in un wallet, allo scopo di supportare la sicurezza e le operazioni all’interno di una rete. In altri termini ancora, con lo staking non devi far altro che tenere bloccate delle criptovalute, come Cardano (ADA), per ricevere una ricompensa monetaria per questo approccio conservativo.

Per capire perché tra breve potremo finalmente parlare di crypto staking su Ethereum, occorre però fare un piccolo passo indietro e introdurre il concetto di Proof of Stake.

Cos’è il crypto staking e cos’è il Proof of Stake

Abbiamo già chiarito che il crypto staking consiste nel tenere in un wallet le tue criptovalute, al fine di partecipare alla sostenibilità di una blockchain.

Ebbene, non tutte le criptovalute sono però attrezzate a tale scopo: a poter consentire lo staking sono infatti solamente alcune valute la cui blockchain si basa sulla Proof of Stake, ovvero su un meccanismo di consenso che permette alla blockchain di operare con maggiore efficienza energetica rispetto alla Proof of Work su cui invece si basa ancora Bitcoin e per un po’ di tempo, anche Ethereum.

L’idea al centro della Proof of Stake è infatti quella che permette ai possessori di criptovalute di partecipare al network semplicemente bloccando le monete (stake).

A intervalli predefiniti, il protocollo ricompenserà i partecipanti assegnando a uno di loro il diritto di validare il prossimo blocco e, di conseguenza, ricevere delle monete in cambio.

Più alta è la propria partecipazione in termini di monete, più alta sarà anche la probabilità di ricevere una ricompensa e dunque in linea di massima, sarà maggiore il premio per la conservazione delle valute nel proprio wallet.

Crypto staking sui broker CFD

Molti broker CFD hanno aperto le porte dello staking in favore dei propri clienti. Il funzionamento del loro meccanismo è abbastanza semplice e, per certi versi, simile a quello di una staking pool: per farla breve, l’unica cosa che bisognerà fare per ottenere le ricompense, sarà mantenere le criptovalute all’interno del wallet del broker e il broker a intervalli regolari (es. mensilmente), ricompenserà i propri utenti proporzionalmente al numero di monete mantenute nel portafoglio.

Sebbene in continua espansione, per ora il fenomeno del crypto staking è limitato a poche criptovalute che si basano sulle blockchain PoS.

È lecito però immaginare che nel 2022 il servizio possa ampliarsi in misura notevole grazie all’approdo di Ethereum 2.0, che passerà dal funzionamento PoW a quello PoS, permettendo lo staking ai propri utenti.

Previsioni su Ethereum: lo staking porterà benefici ai valori di ETH?

Giunti a questo punto del nostro approfondimento è ben lecito domandarsi se lo staking potrà o meno apportare dei benefici ai valori di ETH, o meno.

Probabilmente la risposta è positiva: ottenere delle ricompense per mantenere le proprie criptovalute su un Ethereum wallet, in aggiunta ai benefici che si possono ottenere dalle oscillazioni dei valori di ETH, amplierà il livello di attrattività della blockchain.

Si tenga anche conto che il passaggio a Ethereum 2.0 dovrebbe rendere l’intero network più scalabile e efficiente, rendendo ancora più semplice e conveniente usare i contratti di Ethereum.

Tutto ciò, unitamente alle positive Ethereum News ed Ethereum Opinioni che quotidianamente stiamo verificando, e che abbiamo anche il piacere di condividere sul nostro sito, ci fanno ben pensare che il futuro per l’ecosistema Ethereum possa essere più che positivo.

Ciò premesso, considerato anche che per il momento non è possibile fare crypto staking su Ethereum, (alcuni broker come eToro lo amettono, ma i profitti saranno monetizzati solo il prossimo anno, con il lancio di ETH 2.0), invitiamo tutti i nostri lettori interessati a partecipare al mercato delle valute digitali, a fare trading di ETH e di altre criptovalute utilizzando solo ed esclusivamente piattaforme sicure e regolamentate come OBRInvest, che permette l’apertura di un conto di trading gratuito in pochi minuti, garantendo la massima sicurezza delle operazioni in un ambiente affidabile e supportato da una valida assistenza clienti.

Ricordiamo con l’occasione che è possibile fare trading su OBRInvest anche in modalità demo: in questo modo potrai allenarti un po’ con il funzionamento del trading di CFD su criptovalute e, quando vorrai, potrai sempre passare al trading con capitale reale!

Il mondo delle Criptovalute è molto complesso, qui su Ethereum-news.it ci impegnamo per offrirti contenuti comprensibili e aggiornati così da aiutarti a capire ciò che accade nell'ecosistema ETH in maniera semplice ed efficace.

DELLA STESSA GATEGORIA

© 2021 Progetto Castero | Tutti i diritti riservati

Il 67% degli investitori perde i propri soldi, considera se puoi permetterti questo rischio